Scusate Le Spalle

Ho sempre pensato di vivere andando in un’altra direzione rispetto agli altri, come se fossi sempre girato di spalle. Senza offesa eh, lettore.

I miei amici mi chiamano pazzo; i miei colleghi universitari mi chiamano alternativo; le ragazze mi chiamano strano; mia madre mi chiama “Esci da questa casa e non farmi mai più rivedere!!!”

Ho anche una sorella maggiore, ma lei sostiene che questa tesi non trovi alcun riscontro.

Sociopatico, scontroso, antipatico, cinico, apatico, pigro e fastidioso: sono questi i miei pregi.

Ho pochi ricordi di quand’ero bambino. Appena nato fui operato due volte ai piedi e dovetti tenere i gessi alle gambe per molti mesi. Nulla di grave, per carità, anzi di buono ci fu che mio padre poteva utilizzarmi come corpo contundente quando entravano i ladri.

Mi sono trasferitoa 8 anni, dalla Calabria a Roma, dove finii le elementari.. Devo dire che non ho mai avuto problemi di discrimazione, tutti i ragazzini mi hanno sempre trattato bene, così come i professori e gli addetti della mensa, che si preoccupavano ogni giorno di offrirmi la biada di migliore qualità.

Da ragazzino ero molto sovrappeso e non eccellevo in nessuna disciplina sportiva tranne la corsa campestre in discesa.

Ho sempre avuto problemi relazionali, specialmente con le donne. Poi a 14 anni sono stato accolto fra le calde, paterne e muscolose braccia della masturbazione. Ricordo benissimo la prima volta che lo feci. Fu tutto molto naturale, fui quasi sorpreso di vedere cosa avevo appena fatto. E più di me lo erano le altre persone che erano con me, in piscina.

“Mamma, mamma, cosè questa strana roba che c’è nell’acqua della piscina?”

“È cloro, tesoro, tranquillo.”

“E quindi, quando vai a parlare con l’assessore, torni sempre a casa con la bocca sporca di cloro?”

Continuo ad avere una vita totalmente diversa da quella degli altri. L’altro giorno ero sdraiato, in spiaggia a prendere il sole, e una banana è scivolata camminandomi sopra.

 

Alle superiori mi scontrai con un mondo molto difficile per me: quello degli adolescenti. Continuavo a sentirmi fuori luogo, loro erano molto diversi da me, anche se ho imparato molte cose in quei 5 anni (rubare caschi, scappare da un bar senza pagare e che per occultare un cadavere servono solo due forbici dalla punta arrotondata e un po’ di calce).

Eppure provai davvero a farmi degli amici. Ma ho sempre avuto l’impressione di non essere apprezzato.

“Ehi ragazzi, venerdì è il mio compleanno. Volevo fare una festa, vi andrebbe di andarci a mangiare qualcosa tutti assieme nella pizzeria all’angolo alle otto e mezzo?”

“Ma fottiti, lurido nano mangiamerda. Chiudi quella cazzo di bocca e levati dalle palle, se non vuoi che ti brasi il culo.”

“……facciamo alle nove?”

A questo, si aggiunge una scarsissima capacità di confrontarmi con le donne. Ho provato persino ad andare ad uno Speed-Dating.

“Ciao, mi chiamo Beatrice, piacere.”

“Cristo, voi donne siete tutte così egocentriche!”

E comunque continuo a trovarmi in situazioni imbarazzanti: pochi giorni fa ho incontrato dei ragazzi che lavoravano per “Save The Children”; io avevo la maglietta con scritto “Kill, Fuck And Then, Eat The Children”. Non potete capire che imbarazzo.

Mi chiedo spesso se sarei potuto essere una persona diversa,  nel caso in cui le circostanze fossero mutate, anche di poco (nessun trasferimento, nessuna operazione, nessuna denuncia per atti osceni in luogo pubblico);

Probabilmente sì, ma è inutile rimuginarci sopra, si sa, nessuno ha la palla di vetro a parte mio zio, dopo quel brutto incidente con lo schiaccianoci.

Per ora, credo rimarrò quello che sono: un povero ventunenne rincoglionito, nato vecchio, con l’innata capacità di trovarsi a disagio in ogni situazione, restio ad impegnarsi con una ragazza e con pochissimo fascino (che tralaltro è il mio nickname su Meetic).

E credo che continuerò a fare quello che mi riesce meglio: vivere girato nell’altra direzione, vedendo le cose da un’altra prospettiva. Così che io possa dirvi cosa si prova, così che io possa essere una voce diversa dalle altre.

E così che voi possiate guardarmi il culo.

Bello, eh?

Annunci

35 Risposte to “Scusate Le Spalle”

  1. metti dei jeans più aderenti

  2. Oh hai proprio la faccia come il culo. Ah no. è proprio il culo.

  3. Con le spalle al passato o al futuro?
    Ciao!

  4. Gran bel post.
    Dan, sei un minchione di quelli che raramente si incontrano nella vita per fortuna, ma mi diverti di brutto.

  5. Il culo sembri proprio non averlo. Nemmeno in fotografia…
    (Sei proprio carino, Dan. Di spalle e di faccia, pure. E che testa di capelli! In numero pari a quello delle idee che hai dentro la testa)
    (L’ultima è la foto di un matrimonio, per caso?)

    Che poi ci vuole comunque coraggio, e una buona dose di incoscienza, per voltarsi di spalle, eh. Chè ci si espone al rischio di pigliare coltellate a tradimento o, al più, se proprio dice bene, sonore inculate. Io, per dire, ormai cammino solo strisciando spalle al muro.

    • 1) il culo c’è, ed è di primissima categoria, fidati di me. Mi piace stare comodo.
      2) non farmi troppi complimenti, non me ne merito mezzo.
      3) si è purtroppo una foto di matrimonio.
      4) ne ho prese tante sia di coltellate che di inculate, l’ultima qualche giorno fa. Per questo sono coraggioso.
      5) <3

  6. Incredibile, riesci ad essere piacevolmente stronzo.. ma di quelli che non fanno impazzire le imbecilli impaperate, ma quelle già pazze. Confermo: il culo c’è, ed è di quelli poco esibiti e perciò meglio.

    Una curiosità: piazzi la fotocamera o ti è amica? :/

    • Finalmente qualcuno che da credito a me e alle mie chiappe.

      Chiedo di volta in volta a qualche stronzo di farmi questa foto…non so perchè, forse da davanti non mi si più vedere.

      Sono il fantasma dell’opera con il culo più sodo.

  7. Raccontaci ancora dell’incidente con lo schiaccianoci..ti prego..

  8. Gengis Khan Says:

    peccato non abbia postato la tua foto senza pantaloni (perchè sappiamo che ce n’è una senza pantaloni)

  9. Hai presente la spruzzicchiata di muco nasale da risata soffocata? Ecco, tre volte. Mi avresti fatto licenziare, non fossi stato di spalle ai colleghi.

  10. venividiwc Says:

    Solo a me paiono tutte foto in cui stai per pisciare? :)

    In ogni caso, quando (e non dico se) finirai in carcere, ti consiglio di cambiare atteggiamento.

  11. Ho cancellato più volte il commento perché non ero convinta delle mie parole. Non volevo lasciare un semplice “ho riso tanto”, “ma che bel post”, “sei davvero forte”, troppo banale ed impersonale. Poi, cercando cercando, ho trovato ciò che realmente volevo dirti:
    ma come fai ad essere così infinitamente ed incessantemente imbecille?

    P.S: Ma come pretendi di fare testo, eh? (<753)

  12. Ma sai che ho scoperto che sei diventato addirittura famoso? Tanto da far sì che le tue foto pubblicate qui nel blog siano state “rubate” per creare foto profilo su fb, di un certo Davide Pontrelli ( https://www.facebook.com/profile.php?id=100005598917228&fref=ts ) In realtà ho capito che tale persona non esiste, perché si collega dallo stesso indirizzo IP di tal Marialucia De Benedetto ( https://www.facebook.com/marialucia.debenedetto?fref=ts ), solo per inondare la ragazza in questione di “mi piace” e vari complimenti per ogni stronzata che lei scrive (lo farà per cercare di rendersi interessante agli occhi di amici ed amiche, visto che probabilmente non se la caga nessuno…).
    Insomma…ma sei Mean Cactus, o Davide Pontrelli, alias Marialucia De Benedetto?

    • Sono Mean Cactus e non ho nulla a che fare né con Davide Pontrelli né con Marialucia De Benedetto (Alla quale d’ora in poi, nel commento, mi riferirò con l’appellativo “Poraccia”). Bene, la Poraccia non è una persona di mia conoscenza, io non sono neanche su Facebook quindi ti confermo che si è fottuta la foto da qui. Ho provveduto a segnalare il profilo finto e a farlo cancellare.

      Se ti capita di parlare con la Poraccia, mandala a fare in culo da parte mia.

      Con affetto.
      E grazie per la segnalazione.

  13. In effetti ieri il profilo,con le tue foto, di Davide Pontrelli, era stato disattivato; però oggi è ricomparso, sempre con le tue foto. La novità è che la Poraccia ha fatto sì che non gli si possa scrivere, inviare messaggi, né mandare richieste d’amicizia, in modo da non far scoprire il suo gioco…e continuare a mandarsi adulazioni melense dal falso profilo…e con il tuo aspetto! Mi sa che questa Poraccia ha seri problemi mentali…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: