La Mia Apocalisse Zombie – 9 – La Fuga

danzombie

(Continua da qui)

La prima volta finisci quasi subito.

Non sai come gestirla, come toccarla, dove mettere le mani e la bocca.
Lei rimane ferma, quasi delusa.

Da lei non senti nulla. Un silenzio che fa malissimo.
Anzi, ogni cosa che senti da lei, non è come te la immaginavi.

Poi però cominci ad abituarti. Ogni volta continui ad imparare, a migliorare.
Capisci come muoverti. La tua bocca va solo nel punto giusto, le tue mani e le tue dita, sapientemente coprono sempre e solo il buco adatto.

E finalmente la senti muoversi sotto di te.
Capisci che stai andando bene, che stai migliorando, che la stai toccando e stringendo come andrebbe fatto. E finalmente la senti, sempre più forte sempre più chiaramente, e sei sicuro, più che sicuro che sia per merito tuo.

Dio mio, non c’è niente di più bello di imparare a suonare una cazzo di cornamusa.

Mi capita sempre di perdermi nei miei pensieri, nei miei ricordi, mentre aspetto qualcosa.

Certo di solito non aspetto un amico cazzone che mi deve salvare da degli zombie affamati, mentre sono chiuso in un supermercato.
Ma la vità è sempe piena di sorprese.

Ho rovesciato lo scaffale dei prodotti da bagno contro la porta, ma basterà solo a farmi guadagnare un po’ di tempo.
Mi sveglio dal torpore mentale e mi avvicino all’entrata.

Molte delle luride e scarnificate mani degli schifosi fanno capolino dalle mensole, provando a toccarmi. Rimango in piedi, a guardarle, a pochi centimetri rispetto a dove le loro unghie non riescono a raggiungermi.
Ormai lo scaffale si sta per distruggere…oh beh non ho decisamente più nulla da perdere, tanto vale prepararmi a portarne il più alto numero possibile con me all’inferno.
Anche se non sono sicuro che loro abbiano fatto abbastanza stronzate per finirci.

Mi sposto nella sezione giardinaggio per cercare qualcosa di divertente. Il remo non basta, vediamo di fare le cose in grande.

………….

Falcette da giardino? Troppo figo.
Una piccola vanga? Carrafour, tu mi vizi.

Devo solo trovare una canzone adatta, avanti iPod…non mi deludere…Yes!


Ok, è il momento. Sono pronto.
Mi avvicino all’entrata armato fino ai denti e pronto a far partire la canzone, quando passando davanti al reparto di elettrodomestici noto una televisione ancora accesa.

Che spreco di elettricità…poi c’è la solita replica dei Simpson.
Ma…non erano saltati tutti i canali?…macchecc-

*Rumore di vetri rotti*

Merda, non c’è tempo.
È ora di far partire la canzone.
(Si consiglia di sentire la canzone in sottofondo per il resto del pezzo. N.D.A.)

I bastardi sono entrati. Mi lancio sul primo del gruppo e li infilo la falce dritta nella fronte. Lo stronzo cade a terra e la falcetta viene via come se fosse burro.
Sono rimasto soddisfatto del prodotto Carrefour, mi rivedrai presto.
Se non mi sbranano prima.

Il secondo gruppo è più numeroso, ma le falcette si dimostrano molto utili, taglio teste più rapidamente io che Briatore in una stagione di “The Apprentice”.
In più, la vanga nella mano sinistra si dimostra molto utile per quelli col collo resistente.
Non pensavo di cavarmela tanto bene, sto spaccando crani come un professionista. Dio santo, a saperlo prima mi sarei tolto tante di quelle soddisfazioni.

Cominciano ad essere troppi, cazzo. I crani spaccati non bastano più.
Mi rifugio nel reparto delle merendine, ma a quanto pare lanciargli pacchi di “Flauti” addosso, non basta per fermarli.
Mi butto dietro il bancone del pane.

È finita. La canzone.
E anche la mia vita credo.
Ma mi spiace più per la canzone.

A quel punto vengo sorpreso. Parte una musica a volume altissimo, superando quella che avevo nelle cuffie.

To all the ladies in the place with style and grace
Allow me to lace these lyrical douches, in your bushes

…………………………….”Big Poppa”…?
……………………………..di Notorious B.I.G….? Ma cosa cazzo….

I love it when you call me big pop-pa
Throw your hands in the air, if you’se a true player

Gli zombie, attirati dalla musica, dai bassi e forse dal testo tagliente ed ironico del rapper statunitense, mi lasciano perdere ed escono.

Lo facevo più stupido.
Mi sporgo e vedo Ernesto che agita le sue ossute braccia per farsi vedere. Appena scatto, gli zombie si accorgono di me e cominciano ad inseguirmi.

“Ernè, Cristo, corri! Corriamo a casa tua”

“Ma checcazzo corri, annàmo in macchina”

“Non abbiamo tempo per infilarci in una macchina ci prend-“

Poi vedo una macchina che cammina lentamente dietro di lui, lasciata in prima.
Io ed Ernesto ci sediamo al volo, e lui accellera, sfrecciando verso casa sua.

“Non dirò mai più che sei stupido, lo giuro”

“Te conviene, sennò te faccio scendere, cojone.”

Mentre appoggio la testa sul finestrino, che appanno per colpa del mio fiatone, penso di averla scampata bella.

In lontananza vedo un mucchio di zombie che si accalcano davanti ad un Apple Store.
In fondo non è che il mondo sia cambiato molto.

Annunci

12 Risposte to “La Mia Apocalisse Zombie – 9 – La Fuga”

  1. io comincio a farci l’abitudine, non mi deludere stoppandolo… anche se tutte le cose finiscono, saprò comprendere, ma… non mi azzombisco anch’io va! * ah, un consiglio quando linki un pezzo musicale spunta l’opzione apri in un altro link! Ri* Il pezzo era azzeccatissimo, a dir poco.

  2. Zombi che si aggrumano presso gli Apple Store… ha un che di quotidiano, in effetti.

  3. L’avevo detto io!

  4. Finale top. E sono contento per la svolta genius di Ernesto.

  5. “In lontananza vedo un mucchio di zombie che si accalcano davanti ad un Apple Store.
    In fondo non è che il mondo sia cambiato molto.”
    L’avevo detto io che era una metafora!

  6. ernesto meglio di mel gibson

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: