La Mia Apocalisse Zombie – 12 – Incontro

danzombie

(Continua da qui)

Mi piacerebbe dire che quella giornata non fu produttiva.
Ma una giornata passata a giocare alla PlayStation è sempre produttiva.

In più, scaricò da molta tensione, e battere giocando online dei ragazzini cinesi fa sempre piacere.

Tralaltro, il vedere qualuno che giocava online ci ha fatto capire che da qualche parte nel mondo c’è ancora qualche sopravvissuto, dubbio che mi era già venuto quando ero chiuso nel supermercato vedendo la Tv accesa.

Abbiamo provato a chiedere qualche spiegazione al bambino cinese, ma lui non ha voluto risponderci, probabilmente perchè fra di loro sono tristemente famoso per il mio curioso hobby di appostarmi agli angoli delle strade e tirare caramelle gommose agli asiatici.

O forse perchè ha letto il mio interessantissimo articolo intitolato : “Il pericolo giallo” in cui teorizzavo una imminente invasione del popolo orientale, basandomi su due principali fatti innegabili:

1) Il fatto che gli asiatici si riconoscano anche quando sono girati di schiena;
2) Il fatto che quando un asiatico sale su un autobus e ne vede un altro, gli fa sempre un cenno quasi impercettibile, come i saluti di una loggia massonica.

Ma sto divagando.

La mattina, la sveglia suona presto, dobbiamo farci trovare sotto quando (e se) quella macchina passerà.
Mi vesto di fretta.

La cagata mattutina di Ernesto è particolarmente lunga stamane, quando rientro in bagno per lavarmi faccia e denti, vengo assalito dalla puzza, talmente intensa che i vestiti mi si scoloriscono.
Giuro che l’aria in quel cesso era così irrespirabile che ho pensato che ieri sera Ernesto avesse cenato con lo Zyklon B.

Esco da lì, e gli tiro un calcio sulla schiena, giusto per fargliela pagare.
Ci avviciniamo all’ascensore, manca poco alle 9 di mattina, dobbiamo sbrigarci.

“Ma io ancora non ho capito che dovemo fà…”

“Lo so, Ernè, non capisci mai un cazzo. Intercettiamo chiunque ci sia dentro quella macchina e gli chiediamo prima di tutto chi sia, e poi perchè diavolo passa nello stesso posto ogni giorno alla stessa ora. E se sa cosa cazzo succede nel mondo. Che ne pensi?”

“Vabbè, se dici che aiuta…”

Usciamo dal portone, e ci avviciniamo alla via dove di solito passa quella macchina. Nell’attesa, spacchiamo la testa a qualche zombie, perchè in questa storia ci sono anche gli zombie, ricordate?

Sono le 9:02.
In lontananza cominciamo a scorgere il muso della macchina che si avvicina lentamente, seguita da una mandra di zombie.

Cazzo.
A questo non avevamo pensato.

Scappiamo.
Ci rifugiamo, in una traversa lì vicino, ma la macchina gira nella nostra direzione.
In pratica ci siamo impastati da soli nella merda.

La macchina continua a seguirci, ma cazzo, vuole ammazzarci??

Io ed Ernesto continuiamo a correre, sembra quasi che quello stronzo voglia portarci addosso gli zombie.

Girando ci troviamo in una strada chiusa.
Clichè.

Dobbiamo solo sperare che la macchina non giri verso di noi.
Ma ovviamente lo fa, con dietro quell’ammasso di zombie.

È la fine. O beh, mi consola sapere che….No, aspetta, non mi consola proprio un cazzo!

Perchè questa merda di macchina ci segue???

Di colpo, l’auto sterza e si mette di traverso, bloccando il passaggio agli zombie, e porgendo verso di noi il suo fianco sinistro.

Noi siamo bloccati, vista la parete dietro di noi, ma anche gli zombie non riescono a passare la macchina.
Non vedevo un gruppo di corpi morti in pessime condizioni che cercano di muoversi ma non ci riescono, dall’ultima partita dell’Inter.

A quel punto, lo sportello si apre, e sul sedile del conducente troviamo una ragazza bionda e bellissima,
talmente bella che oltre al remo, ora avevo un altro oggetto contundente.

La ragazza ci guarda e ci urla:

“Salite, presto!”

In quel momento, mentre mi pettino, penso alla risposta da darle.
Non vorrei precludermi la possibilità di farle una bella impressione, spesso mi è capitato di sbagliare il primo approccio.

“Ma cosa cazzo fai, troia psicopatica? Ci hai messo nella merda!”

Appunto.

Annunci

12 Risposte to “La Mia Apocalisse Zombie – 12 – Incontro”

  1. Dan, ti devo confessare una cosa…

    sono cinese!

    :p

  2. Andre21 Says:

    Dopo la bionda bellissima ci manca il negro… Clichè… :-*

  3. Improvvisa svolta Jack Burton! :D

  4. Finalmente hai capito come si trattano le donne. Siano benedetti gli zombie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: