Andrà Bene

 

Non è facile farmi sorridere.

Poi sull’autobus, nessuno sorride, specialmente passate le 16.
Oggi c’era anche il primo, vero freddo dell’anno, quindi erano tutti scorbutici.

Come sempre, sull’88 mi piazzo dietro il sedile più in avanti, appoggiandomi al vetro con la schiena.

Le facce sono sempre le stesse: accanto a me c’è un uomo in giacca e cravatta alto almeno 1,90 che parla al telefono con tono di voce troppo alto, di fronte a me due donne sulla trentina con spiccato accento campano che si domandano se la prossima sia la loro fermata e alla mia sinistra c’è una signora anziana seduta che prova a finire un cruciverba.

Tutti eravamo avvolti dal grigiume della serata che puntualmente si voltava verso il suo lato più autunnale: il ritorno a casa, scendendo dal bus con la faccia rivolta mestamente verso il marciapiede.

Poche fermate prima della mia, sull’autobus fra le altre persone, sale una ragazza bassa, leggermente sovrappeso e con delle scarpe con il tacco che le creano seri problemi di equilibrio.

Dopo una frenata un po’ troppo brusca vedo che rischia di cadere e a tenerla su arriva in suo soccorso una ragazzina che la tiene per la spalla.
La ragazza in carne la ringrazia senza togliersi neanche le cuffie dell’iPhone.

La ragazzina invece sorride e girandosi, vede me che ridacchio allo stesso modo.

Avrà si e no 15 anni.
È magra, con dei capelli a caschetto biondi coperti da delle cuffione bianche ed un maglione bordeaux decisamente troppo largo, tanto che ho impiegato qualche secondo a capire se fosse o meno una ragazza.

Pochi secondi dopo, l’uomo al telefono si sposta muovendosi verso l’uscita e lei si mette in piedi accanto a me.
Io avevo ormai smesso di ridacchiare e mi ero appoggiato con la testa al vetro e con gli occhi chiusi ero intento ad ascoltare musica aspettando il momento di scendere da quella trappola mortale che è un mezzo pubblico a Roma.

Riaperti gli occhi, mi giro verso destra e non vedo più la ragazzina, abbasso la testa e la noto rannicchiata a rovistare nella sua borsa.
Un minuto dopo la vedo rialzarsi e darmi le spalle mentre ha in mano una penna ed un piccolo blocco di post-it arancioni.

Sospiro, ormai convinto di trovarmi vicino ad una specie di cartone animato vivente e vedo che manca poco alla mia fermata.
Prendo lo zaino da terra e me lo metto in spalla.

In quel nanosecondo quella ragazzina è già davanti alla porta d’uscita e mi guarda.

Io la guardo aggrottando le sopracciglia, senza capire.
Mi giro verso la mia destra e vedo che sul vetro c’è attaccato un post-it con scritto soltanto

“Sorridi, andrà bene”

Istintivamente, mi metto a sorridere e mi giro, notando che lei fa lo stesso mostrando un vistoso apparecchio sui denti.
Appena si aprono le porte io rimango ancora stranito ma mi ricordo improvvisamente che la fermata è anche la mia.

Scendo e vedo quella ragazzina che subito è corsa via, velocissima, quasi portata via dal vento gelido visto che il suo peso avrà faticato a superare i 20 Kg.

Raccontata così, questa storia può sembrare (e probabilmente è) una stronzata.

Ma devo ammettere un momento di debolezza: per quanto quello che ha fatto sia infantile, senza molto senso, quasi stupido, è riuscito nel suo intento.
Dopo averla vista scappare via, ho passato tutto il (breve) tragitto fino a casa a ridendo, senza neanche sapere il perché, ripensando

Il suo gesto è stato così innocente, così spontaneo, così malinconicamente allegro e così poeticamente sociopatico da riuscire a farmi sorridere spontaneamente.

E per questo, se legge, ci tengo a ringraziarla.
Non è mai una cosa banale.

E mi ci voleva.

 

Cattura

 

Annunci

2 Risposte to “Andrà Bene”

  1. Io amo le città… punto. Succedevano cose che sì, sociopatici, ma simpaticamente. Anche a Mi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: