Sympathy For The Devil – 29 – Il Traditore

Sympathy For The Devil

 

(Continua da qui)

I titoli di giornale in Francia non facevano altro che parlare di quella strana apparizione a Bordeaux.

“Un Demone? Una trovata pubblicitaria? Paura a Bordeaux”
Libération

“Terrore a Bordeaux, donna uccisa da una misteriosa creatura alata.”
Le Monde

“È immorale far sesso con una donna morta? Scoprite se al nostro inviato è fregato qualcosa della risposta a questa domanda!”
L’Humanité

Per curiosità, ho scritto un messaggio alla Barba riguardante Alice.

Cattura2

Sono molto stanco.
Sento il bisogno di sdraiarmi per un po’ sul mio letto ma non riesco ad addormentarmi.

Guardo il soffitto per almeno mezz’ora.
Comincio lentamente a ricordare perché non andavo sulla Terra da tanto tempo.

Gli umani mi sfiancano.
Quando penso di aver imparato a conoscerli, ecco che una lurida schizofrenica mi sale in groppa e comincia a mordermi e a picchiarmi.

Il mio telefono vibra in continuazione ma io lo ignoro.
Mi tiro su tenendomi la faccia con le mani e prendo un bel respiro.

Esco e mi avvio verso l’archivio.
Ormai mi manca solo un peccatore, poi potrò godermi il meritato riposo.

Neanche il tempo di aprire la porta scorrevole che dà sul corridoio che Giuda mi corre incontro.

«Signore!» mi urla.

«Cosa c’è Giuda?» rispondo scocciato.

«I rivoltosi!»

«“I rivoltosi” cosa?»

«Hanno ricominciato a fare danni. E stavolta ne stanno facendo molti.»

«Calmati. E spiegati meglio.»

Giuda si piega sulle ginocchia, facendomi segno con l’indice che ha bisogno di un secondo per riprendere fiato.

Poi inspira, deglutisce e prende la parola.

«In ogni cerchio ormai si è formata una grossa fronda di ribelli. Sembravano essersi calmati ma poco fa si sono scatenati tutti, contemporaneamente. Sembra quasi si siano messi d’accordo.»

Sbuffo fumo dalle narici e mi massaggio le tempie con le dita.

Non è proprio il momento di rotture di coglioni del genere ma non è certo una cosa che può essere ancora ignorata.

«Hitler e Ponzio Pilato? Dove sono?» domando di scatto.

«Sono sul campo, Signore. Stanno facendo il possibile. Ma credo sia arrivato il momento che intervenga lei.» mi fa sbarrando gli occhi e alzando le sopracciglia.

Rimango in silenzio analizzando la situazione.

«Fammi parlare con Adolf.» gli chiedo.

«È irraggiungibile, Signore. Come Ponzio. Stanno facendo il possibile per fermare quegli infami traditori.»

«Piano con le parole, Giuda. Non credo tu possa permetterti di fare la morale a nessuno.»

«Ha ragione Signore» mi dice, prendendomi per una spalla «Ma mi creda, è DAVVERO il caso che lei scenda in campo personalmente.»

Mentre dice “Davvero”, mi stringe con vigore.
La situazione sembra davvero grave, non è da Giuda essere così sconvolto

E stiamo parlando di uno che ha mandato a morte il Messia dell’umanità.

Ma vedendomi ancora non convinto, sospira sonoramente e abbassa la testa.

Con lo sguardo basso, mi porge una cartellina.

«Comunque…Hitler mi ha detto di darle questa…» dice con voce spenta.

Prendo in mano la cartellina.
Sopra c’è un post-it arancione, con scritto un messaggio di Hitler.

“Signore, non si preoccupi. Qui ce la sbrighiamo io e Ponzio. So che le manca solo un peccatore, ho trovato questo profilo per lei. Vada e finisca ciò che ha iniziato.
In fretta, se non le dispiace.

Adolf

P.S.: Anzi, Hitler.

P.P.S.: Forse è meglio Adolf Hitler. Ricordo che quando mi chiamavano solo per cognome, ci giravamo sia io sia Himmler. Era imbarazzante, anche perché non mi chiamava mai nessuno…insomma ero il capo, ero io che chiamavo tutti.

Sa, a volte penso che avrei dovuto fare davvero lo chef come voleva mia madre…ma come avrebbe potuto avere successo uno chef vegetariano???

Vabbè, facciamo Adolf”

Sorrido soddisfatto.
La cartellina riguarda un peccatore che finirà nel cerchio dei traditori.

Mi giro verso Giuda e lo guardo.

«Io vado, Giuda.»

«Va a fermare i rivoltosi, Signore?» mi domanda speranzoso.

«No.»

Gli metto una mano sulla nuca e poggio la mia fronte sulla sua.

«Vado a finire ciò che ho iniziato.»

(Continua)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: